Categories:

Testo della mozione finale dell’assemblea dell’8 febbraio per un Patto d’azione contro la repressione.

L’assemblea di Roma dell’8 Febbraio, cui hanno preso parte decine di organizzazioni politiche, sindacali e movimenti di lotta, nel condividere lo spirito dell’appello di indizione, valuta positivamente la proposta di dar vita ad un patto d’azione contro la repressione e per l’abolizione dei decreti-sicurezza, teso a mettere in evidenza il nesso sempre più chiaro tra l’inasprimento dei dispositivi repressivi, l’acuirsi della crisi capitalistica e l’attacco sempre più feroce agli scioperi ed alle lotte sindacali e sociali: un’offensiva che ha avuto il suo apice coi Decreti-Sicurezza Salvini ma che indipendentemente dal colore dei governi in carica rappresenta da sempre uno strumento costante nelle mani dei padroni per fermare, disarticolare e fermare sul nascere le lotte.

Prima Assemblea Romana – Patto d’Azione

L’inasprimento delle misure repressive è il frutto di una crisi capitalistica internazionale che impone dappertutto, in primo luogo nell’occidente imperialista, politiche di austerità che riducono drasticamente ogni spazio di mediazione e ogni ipotesi di “redistribuzione dei profitti”.
Salvini non è più al governo ma la miriade di provvedimenti, multe, arresti, fogli di via, DASPO, divieti di dimora continuano a colpire compagni, attivisti, militanti sindacali, lavoratori combattivi sotto l’insegna del Conte bis, e non è un caso se la gran parte delle misure repressive e restrittive traggono argine da un ampio spettro di leggi, dal Codice Rocco mai abrogato al Decreto Minniti di marca “democratica”.

Per questo motivo, l’assemblea invita tutte le strutture e le realtà presenti, e chiunque – pur non presente – intende aderire, a costruire momenti di confronto e di costruzione di iniziative specifiche sul piano locale, per dare forma alla campagna unitaria per la “Abolizione dei Decreti Sicurezza”, per dare corpo e gambe ad un azione e mobilitazione coordinata sul piano nazionale.
La proposta del patto d’azione parte infatti dalla verifica sul campo ed in corso d’opera della praticabilità di un effettiva convergenza sui contenuti, nelle pratiche e nelle forme di lotta, senza l’illusione di diluire o annullare i rispettivi percorsi e le rispettive identità.

Le realtà presenti nelle prossime settimane, tramite mailinglist, proseguiranno il confronto e si impegnano sin d’ora a organizzare riunioni e assemblee unitarie del Patto d’azione nelle singole città, propedeutiche alla definizione di un calendario di iniziative su scala locale e alla costruzione di una campagna nazionale per la cancellazione dei decreti sicurezza, a partire dalle iniziative già indette (quelle del Si Cobas contro le misure restrittive applicate ai lavoratori, quelle dei disoccupati organizzati e della campagna “Vogliamo Tutto”, la manifestazione del 1 Marzo per la liberazione di Nicoletta Dosio e dei NoTav, le iniziative dell’8 marzo, ecc.).

Sulla base di questi passaggi si valuteranno tempi e modalità per l’indizione di una data di mobilitazione nazionale e per la definizione degli strumenti necessari alla campagna, in primis una cassa di resistenza a sostegno delle spese processuali e la creazione di un coordinamento permanente sugli aspetti giuridico-legali.

Sono intervenute all’assemblea le seguenti realtà:

  • SI Cobas nazionale
  • Movimento di lotta per il lavoro – Disoccupati “7 novembre”
  • Campagne in lotta
  • Blocchi Precari metropolitani
  • Banchi Nuovi
  • Il Cuneo Rosso
  • Slai Cobas per il sindacato di classe
  • Campagna Vogliamo Tutto
  • Operatori Sociali Autorganizzati Perugia
  • Potere al Popolo
  • Partito Comunista dei Lavoratori
  • Coordinamento di unità delle sinistre 7 dic
  • XM24 Bologna
  • Laboratorio Crash
  • Movimento Migranti Napoli
  • Sinistra Anticapitalista
  • Rifondazione comunista
  • Soccorso Proletario
  • Ex Caserma Bari
  • Classe contro classe
  • Soccorso Rosso Internazionale
  • Comitato Lavoratori Autoconvocati per il sindacato di classe
  • Carc
  • I compagni del CSA Vittoria di Milano, pur non potendo presenziare all’assemblea, hanno inviato un comunicato di sostanziale condivisione della proposta del Patto d’azione che pubblicheremo a breve.

Comments are closed

Million Tax
Campagna di sostegno per le spese legali dei disoccupati
Campagna di sostegno e solidarietà per la lotta delle campagne
Campagna di sostegno per i 9 antirazzisti imputati