Categories:

Lo sciopero è un diritto e non può essere limitato

In queste ore, e successivamente alla convocazione dello Sciopero Generale del 29 Gennaio, ci sono arrivate numerose segnalazioni da parte di lavoratori e lavoratrici riguardo ad abusi effettuati dai datori di lavoro o dai dirigenti dei servizi di appartenenza.

A fronte di qualunque limitazione, riguardanti l’adesione o riguardo la richiesta di comunicazione anticipata di adesione allo sciopero, vi invitiamo a rispondere con la lettera che alleghiamo o di contattarci per rispondere a questi che sono vere e proprie violazioni del diritto di Sciopero.

//

Spett.le Ufficio Controllo Assenze,

Riscontro la Vs. del …. , giunta a mezzo e-mail, per confermare che la mia assenza dal lavoro nella giornata del 29/01/2021 è motivata dalla adesione allo Sciopero Generale di tutti i settori, Pubblici e Privati, indetto da Sindacato Intercategoriale Cobas (Si-Cobas); Sindacato Lavoratori Autorganizzati Intercategoriale (SLAI-COBAS); e proclamato con comunicazione alle competenti autorità in data 08/01/2021 che, in ogni caso si allega.

Distinti saluti

//

Inoltre la commissione di garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali ha deliberato che per i lavoratori e le lavoratrici dei servizi essenziali non sarà necessario il ricorso alle procedure di raffreddamento e conciliazione, dando il via libera alla possibilità di sciopero in tutti i settori.

A questo link trovate la comunicazione ufficiale fatta alle autorità competenti della proclamazione dello Sciopero Generale e che potete utilizzare nel caso in cui vi venga richiesta.

Il 29 Gennaio a tremare devono essere i padroni

Tags:

Comments are closed

Million Tax
Campagna di sostegno per le spese legali dei disoccupati
Campagna di sostegno e solidarietà per la lotta delle campagne
Campagna di sostegno per i 9 antirazzisti imputati